Avrei preferito che il tempo scorresse come la resina sulla  corteccia e non come l' acqua impetuosa  nel

letto di un giovane torrente. Di sicuro avrei trovato il tempo per cogliere certi profumi, avrei percepito che la resina interagiva con la corteccia, che a sua volta interagiva con la  terra  e che le foglie palpitanti di clorofilla emettevano

striduli versi modulati dal vento. Un vento che da generoso  divento'  impiccione, invadente e alla fine arrogante. Dopo aver scalzato le nubi padroneggio' il cielo cercando di sopravvivere per un altra notte.

 

Mi sono lasciato cullare dal mio leggero "egovagare"...

 

... ed e' allora che ho deciso di cominciare ad osservare.

 

 

 

Sull' acqua e sul pensiero, due forme in movimento

che creano cambiamenti:

 

 

Come l'acqua riesce a infiltrarsi e a raggiungere i posti piu' reconditi, cosi' il pensiero riesce a sovrastare l'ignoranza raggiungendo i posti piu' inesplorati della nostra coscienza.

 

 

Una goccia d' acqua cambia forma, si adatta costante- mente a situazioni diverse senza cambiare la struttura

molecolare, cosi' il pensiero nelle sue varie forme si arrichisce e cambia con l' evolversi di nuovi contesti.

 

Come l' acqua trabocca per abbondanza cosi' il pensiero dovrebbe abbondare la dove trabocca la stupidita'.

 

Non esiste la siccita' di pensiero, manca la voglia di trattenerlo

 

Il libero pensiero (come l'acqua nella bottiglia) cessa di essere tale quando si appesantisce precipitando su un pezzo di carta sottoforma di regola o legge

 

L' ideologia di pensiero e' come l'acqua stagnante, dopo un po' di tempo comincia a  puzzare.

 

 

Sulla fotografia:

 

In genere non e' mia intenzione lasciare dei messaggi, oppure suggerire una chiave di lettura.

 A volte son trascinato dall'istinto altre volte dalla riflessione. In ogni caso e' la curiosita' che mi motiva a provare

e riprovare, a ricercare forme di espressione, spesso giocando a non prendermi troppo sul serio.

Non sempre ci riesco, ma  ci provo... sempre.

 

La fotografia che preferisco e' quella che non racconta, ma suggerisce, quella che non svela, ma lascia spazio all'immaginazione

 

Scattare nel posto giusto al momento giusto a volte puo' essere una questione di fortuna, percepire

delle sensazioni e poterle trasmettere e' invece una questione di analisi che si sintetizza con uno scatto

 

Lo scatto non e' un fotogramma isolato, bensi' e' la sequenza di un pensiero fotografico.

 

 A volte basta una traccia per far si che l'immagine del fotografo si (con)fonda con l' immaginazione dell'osservatore.

 

 La messa a fuoco?.... E' soltanto un gesto tecnico che puo' essere evitato.

 

Se la tecnologia venisse sfruttata di piu' come supporto creativo che come supporto tecnico, ci sarebbero fotografie molto piu' interessanti e fotografi meno noiosi.

 

C'e' chi possiede una memoria fotografica, io invece fotografo anche per memorizzare.

 

Si possono fotografare banalita' senza essere banali.

 

 Esistono infnite opportunita' per inquadrare un soggetto, basta scegliere quella piu' soggettiva.

 

Meglio inquadrare in piena liberta' che essere prigionieri di un inquadratura.

 

Se una foto vale piu' di mille parole, perche' non fare un po' piu' di silenzio.

 

Fotografare e'un po' come pensare, ti rende meno superficiale.

 

Un fotografo e' unico quando riesce ad articolare il suo linguaggio con  sfumature semplici

 

 Come lo spazio ha bisogno del tempo e viceversa, cosi' la luce ha bisogno di entrare in un certo spazio per un certo tempo, per creare alla fine un risultato...incerto.

 

 Piu' che catturare un momento preferisco catturare la luce per liberare emozioni

 

L' ostentazione ad avere un controllo assoluto sul risultato finale dell' immagine, porta in molti casi all'impoverimento della stessa immagine, togliendole "quell' imperfezione" che l'avrebbe resa autentica.

 

Le foto non si fanno per dimenticare, tuttavia ci sono foto che sono state fatte per ricordare e invece si dimenticano mentre c'e' ne sono altre che non sono state fatte per ricordare e invece non si scordano

 

C'e' chi ha un bisogno irrefrenabile di avere tutto sotto controllo:

luce, inquadratura, profondita' di campo, soggetto

dimenticandosi spesso che cio' che gli sta sfuggendo e' la creativita'.

 

 Allontanandoci dalla "sicurezza" di un vecchio schema

ci avviciniamo "all'incertezza" di una nuova esperienza

 

Meglio una giornata "vuota" che piena di inutili forzature

 

Per esprimere una propria idea bisogna anche avere il coraggio di non piacere

 

Se un'immagine entra a far parte dei nostri ricordi vuole dire che ci ha segnato

e che,come una persona che amiamo, la vogliamo accanto....per sempre

 

 

 

C'e' chi ...

 

...ha bisogno di dichiararsi di sinistra per non essere scambiato di destra

 

... non ha bisogno di dichiararsi di destra perche' si capisce che lo e'

 

... costretto a rubare perche' il governo e' ladro!

 

... rispetta la legge e chi la sostiene

 

... si fa i fatti suoi dopo essersi fatto quelli degli altri

 

... si eleva sopra gli altri perche' gli altri non sanno  volare

 

...  crea perche' ha una visione, chi invece vende perche' non c'e' l'ha

 

... e' sfiorato dalla fortuna e chi e' perseguitato dalla sfiga

 

 ...e' inseguito dalla sfiga, ma non viene mai preso

 

... ha talento da vendere e chi non riesce a comprarselo

 

...arriva sempre secondo perche' non sempre i primi sono i migliori

 

...raccoglie senza avere seminato,chi semina, semina, semina...e chi non raccogliere per non doversi chinare

 

...e' sotto osservazione pur vivendo al piano di sopra

 

...ha sogni chiusi nel cassetto ma non trova la chiave per aprirlo

 

...fa affari alla faccia degli altri e chi ci mette la faccia per fare affari

 

... nel suo piccolo vive alla grande

 

... si confronta con le proprie idee e chi le evita per non scontrarsi

 

... campa con filosofia e chi filosofa per campare

 

... e' curioso di come andra' a finire e chi di come continuera'

 

... si illumina di immenso e chi e' immensamente cieco

 

... e' seriamente preso a non prendersi sul serio

 

... guarda dalla platea e chi osserva dal retroscena

 

... ti esalta ma non ti stima e chi ti stima senza esaltarti

 

... ha sogni chiusi nel cassetto perche' non trova la chiave per aprirlo

 

... fa affari alla faccia degli altri e chi ci mette la faccia per fare affari

 

... crede che l'acqua sia un dono e chi e' convinto sia un buisness

 

... accumula fiumi di denaro per donarne qualche goccia

 

... mangia troppo e si lamenta del suo peso e chi pesa quello che deve mangiare

 

... insegna la storia senza averla imparata

 

...e' se stesso senza essere un personaggio e chi interpreta se stesso per diventare un personaggio

 

... i ruoli li svolge e chi invece li stravolge

 

...si trova dalla parte del giusto e chi e' sempre dalla parte giusta

 

... si fa notare particolarmente perche' non ha nulla di particolare

 

... non si fa notare praticamente perche' e' gia' particolarmente noto

 

... fa incontri interessanti  e chi ha interesse ad incontrarsi

 

... perde un amico perche' trova un tesoro

 

...trova un tesoro perche' non ha mai avuto un amico

 

... stringe i tempi per ampliare il suo sapere e chi li amplia perche' sa di non sapere

 

... e' trasparente senza parlare di trasparenza

 

... guarda il grande fratello e chi ascolta il fratello piu' grande

 

...grida: "il re e' nudo!" e chi spiega che il re sta riflettendo su cosa indossare

 

...si mette l'anima in pace e chi e' in pace con la propria anima

 

... sta in mezzo alle masse e chi e' circondato dalla massa

 

... esalta il proprio lavoro e chi lavora senza esaltarsi

 

... grida rivoluzione e chi suggerisce buonsenso

 

... divide porzioni e chi moltiplica milioni

 

... e' un incorreggibile ottimista e chi e' cosi' pessimista che si corregge anche quando ha ragione

 

... accende la sigaretta dopo avere fatto sesso e chi la accende per non farlo

 

...e' insopportabile anche se non dice niente

 

...mira al centro ma spara a zero

 

... fa onorevolmente il proprio dovere e chi fa solo l'onorevole

 

... pianifica la propria carriera senza pianificare il proprio lavoro

 

...sposa un' idea e ne dimentica altre

 

...e' fedele come un cane e chi di fedele ha solo il cane

 

... ha le idee confuse e chi confonde le idee

 

...scende in piazza per vedere chi la pensa diversamente

 

...da i numeri e chi se li prende da soli

 

 

.